Liberazionismo senza liberazione?

di Antonio Volpe Il doppio legame fra vita e potere  Ne La volontà di sapere, com’è noto, Foucault delinea una concezione inedita del potere fissando non solo un metodo e un campo d’indagine completamente divergenti da quelli proposti fino ad allora da una lunga tradizione filosofica, ma pure una  nuova “ontologia”, una nuova concezione della realtà … Continua a leggere

Terrorismo e umanismo. Due parole sulla liberazione delle cavie di Farmacologia – e l’antispecismo. Seconda parte

di Antonio Volpe    2. Conosce le cose come un cieco i colori: paralogismi anti-antispecisti e  paradigma umanista È importante dire che chi in queste ultime settimane ha tentato di attaccare direttamente, con  la presunzione di smontare, il pensiero antispecista, sfrondandolo magari un po’ dall’antivivisezionismo scientifico (che appare sempre più inutilizzabile, per motivi epistemologici, ma … Continua a leggere

Una glossa a margine. Siate stupidi: stupitevi davvero

di Antonio Volpe Attorno al bell’articolo di Serena Contardi Siate affamati, siate stupidi, si è chiacchierato, riso e scherzato sull’inavvertita ”replica” di uno slogan utilizzato da una purtroppo celebre campagna pubblicitaria della Diesel (Don’t Be Smart, Be Stupid). Mentre la prima parte del titolo scelto da Serena era un voluto richiamo, ironico e sovversivo, al motto … Continua a leggere

Davanti a Caino: gli animalisti e la forca

di Antonio Volpe Per una critica del biopotere quotidiano e di “massa” [1]  «A hippie is someone who looks like Tarzan, walks like Jane and smells like Cheetah»[2][Ronald Reagan]       «Ma che delle singolarità facciano comunità senza rivendicare un’identità,  che degli uomini coappartengano senza una rappresentabile condizione  d’appartenenza […], ecco ciò che lo Stato non … Continua a leggere